Brevi News

Sistemi di istruzione e formazione in Europa

In un Quaderno di Eurydice l’aggiornamento 2021/2022

di

Illustrati 39 sistemi educativi, che coprono i 37 Paesi partecipanti al programma Erasmus+

eury

di Erica Cimò

Come ogni anno, un numero della collana dei Quaderni di Eurydice Italia è dedicato ai sistemi europei di istruzione e formazione e alla loro rappresentazione grafica. In questo modo, il lettore può trovare un valido e aggiornato strumento di informazione per lo studio dei diversi sistemi educativi, dal momento che la rappresentazione grafica sintetica e uniforme ne facilita la comprensione e la comparazione.
Nella pubblicazione vengono illustrati 39 sistemi educativi, che coprono i 37 Paesi partecipanti al programma Erasmus+ (27 Stati membri, più Albania, Bosnia-Erzegovina, Svizzera, Islanda, Liechtenstein, Macedonia del Nord, Montenegro, Norvegia, Serbia e Turchia).
Una breve introduzione in chiave comparativa sui principali modelli organizzativi dell’istruzione obbligatoria, una guida alla lettura dei diagrammi e la presentazione della Classificazione internazionale standard dell’istruzione (ISCED 2011) precedono i grafici dei Paesi. La parte introduttiva del testo consente al lettore di farsi un’idea di come, ad esempio, è organizzata l’istruzione obbligatoria nei sistemi educativi, se per mezzo di un’istruzione cosiddetta a struttura unica, se attraverso l’offerta di un curricolo comune di base o se, terza e ultima modalità, per mezzo di un’articolazione dell’istruzione secondaria inferiore di tipo differenziato.
diagrammi dei singoli Paesi presentano l’organizzazione del sistema di istruzione e formazione dei rispettivi sistemi educativi e descrivono nel dettaglio i segmenti di istruzione di ciascuno Stato. Dalle note si evince, ad esempio, quali e quante riforme siano state messe in atto, oltre a numerosi altri dettagli. Un Paese che in questa edizione del testo, come in altre precedenti, risulta avere sottoposto il proprio sistema educativo a una riforma importante, in particolare per quanto riguarda il segmento dell’istruzione secondaria, è la Polonia. Il sistema educativo polacco impiegherà ancora qualche anno per mettere a regime le riforme e le modifiche introdotte a livello di istruzione secondaria superiore, tuttavia il diagramma consente di seguirne l’evoluzione. Inoltre, i diagrammi di ogni sistema educativo rispondono alle numerose domande che riguardano l’organizzazione vera e propria dei sistemi educativi: quanti anni dura la scuola primaria in Francia? Quali percorsi di istruzione terziaria offre il sistema di istruzione superiore spagnolo? Quanti percorsi di istruzione professionale vengono offerti dal sistema educativo dei Paesi Bassi?
La legenda consente di “tradurre” agevolmente livelli e tipologia di istruzione, indica la corrispondenza dei vari livelli di istruzione con i livelli della Classificazione ISCED 2011 e specifica se il sistema educativo preso in esame offre corsi combinati scuola/lavoro o se è presente un percorso di istruzione/formazione obbligatoria a tempo parziale.