Brevi News

Gran Bretagna: Bach contro chi disturba in classe

di

Inghilterra: Bach contro chi disturba in classe
Finita negli anni 80 l’era delle punizioni corporali, gli inglesi sono costantemente alla ricerca di nuovi “castighi”. Il più originale è sicuramente la musica di Bach. Fatta ascoltare per un’ora il venerdì pomeriggio agli studenti in punizione, pare dia risultati eccezionali. Non si sa, però, se per l’estasi o per il terrore di riascoltarlo.

br0_bach

In Gran Bretagna è in atto un dibattito vivacissimo sui metodi più efficaci per contrastare la cattiva condotta in classe, da quando negli anni Ottanta furono abolite le punizioni corporali.  Le misure più gettonate sono la detenzione dopo l’orario scolastico a fare compiti in silenzio assoluto o attività socialmente utili.

Il preside Brian Walker della scuola comprensiva West Park a Derby ha adottato, fin dal  2004, un sistema del tutto originale.

 Costringe i malintenzionati a due ore di detenzione, di cui un’ora ad ascoltare musica classica in religioso silenzio il venerdì pomeriggio : Bach, Mozart, Verdi.

Poi mezz’ora con un DVD di matematica e l’ultima mezz’ora a scrivere che cosa hanno imparato.

Il preside in persona sceglie i brani di musica classica e rimane ad ascoltarli con gli studenti “detenuti”.

 I risultati esibiti in questi giorni sono strabilianti: la percentuale di studenti che disturbano è crollata del 50%, e sono migliorati i risultati all’esame di fine obbligo. 

“Non è stato ancora chiarito”, dice il preside, con una buona dose di English humour, “se questi risultati siano dovuti al fatto che l’esperienza musicale li ha toccati nel profondo o se siano rimasti terrorrizzati dall’idea di dover ripetere l’esperienza”.

br0_bach_a

Nel 2004, la musica classica fu introdotta in 6 stazioni della metropolitana. Sei mesi dopo, i furti, gli scippi e i vandalismi diminuirono del 25%


Ricercatori della Queen University di Belfast, hanno scoperto che fare ascoltare la musica classica agli elefanti elimina comportamenti anomali 


Uno studio condotto in ospedale ha verificato che 30 minuti di musica classica hanno sugli stati d’ansia degli ammalati di cuore gli stessi benefici effetti  del Valium