L’INTEGRAZIONE DELL’ALFABETIZZAZIONE LINGUISTICA E NUMERICA NELL’ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE

di Silvia Faggioli

IL PROGETTO NALA NEL CONTESTO EUROPEO

ADI e il convegno EBSN 2018

1Grazie al progetto Erasmus “Teacher Changemaker Movement”, n° 2016-1 -ITO1-KA102-004925, ADi è venuta a contatto con enti e reti di enti europei molto interessanti. Uno dei molti risultati del progetto è stata l’amissione di ADi all’interno della rete europea EBSN, European Basic Skills Network.

In quanto membro della rete, ADi ha partecipato al convengo annuale EBSN 2018 che si è tenuto a giugno a Berlino.

Il progetto irlandese NALA e la sua importanza per l’Italia

2Tra i numerosi interventi di alto livello, sicuramente da segnalare quello di Inez Bailey di NALA Irlanda (National Adult Literacy Agency) su “L’integrazione dell’alfabetizzazione linguistica e numerica nell’istruzione e formazione professionale”.

Un progetto che può interessare molto il nostro Paese considerato che l’analfabetismo funzionale in Italia è drammatico. È “low skilled” quasi un italiano su tre e l’Italia ricopre una tra le posizioni peggiori nell’ indagine dell’OCSE PIAAC (Programme for the International Assessment of Adult Competencies), penultima in Europa (preceduta solo dalla Turchia) e quartultima su scala mondiale rispetto ai 33 paesi analizzati dall’Ocse (con performance migliori solo di Cile e Indonesia).

Ora il progetto di NALA è importante per una serie di ragioni che Inez ha ben illustrato.

L’elevato numero di adulti e giovani adulti con bassi livelli di competenze di base, dimostra la necessità di iniziare ad affrontare il problema precocemente. Prima si inizia ad agire, là dove il problema si mostra maggiormente, più facilmente si arriverà ad una soluzione efficace. Integrare l’alfabetizzazione nell’istruzione e formazione professionale significa inoltre migliorare significativamente la percentuale di successo in tali studi. Significa altresì che gli studenti avranno maggiori opportunità di trovare lavoro, infine permetterà loro di raggiungere livelli più alti nelle competenze di base.

Da segnalare come il successo di tale integrazione si abbassi drasticamente quando i docenti vengono lasciati soli di fronte al compito di insegnare scrittura, lettura e far di conto ad adulti e giovani adulti.

IL PROGETTO NALA IN DETTAGLIO

Obiettivi di NALA

NALA ha per prima cosa definito i propri obiettivi per l’integrazione dell’alfabetizzazione. Li elenchiamo di seguito:

  • 3definire cosa si intende per “alfabetizzazione” rispetto alla popolazione adulta;
  • riflettere su cosa significhi per un docente farsi carico di tale problema e ragionare sul perché dovrebbe farsene carico;
  • diffondere alcune top tips, “dritte”, per integrare l’alfabetizzazione nei corsi professionali;
  • costruire banche dati di link a linee guida e risorse.

L’alfabetizzazione è …

4aaL’alfabetizzazione ha significato solo se si considera il contesto sociale in cui si opera. Esistono diversi tipi di linguaggi settoriali a seconda del contesto, ad esempio il posto di lavoro, la famiglia, la comunità in cui si vive, i corsi che si seguono. Ogni corso professionalizzante ha il proprio linguaggio settoriale e le proprie pratiche di calcolo.

Quindi cosa significa integrare l’alfabetizzazione?

Significa eliminare le barriere non necessarie all’apprendimento e alla valutazione di quella particolare area professionalizzante. Contemporaneamente significa sviluppare, come parte integrante dei corsi, il linguaggio, la scrittura, la lettura e le pratiche numeriche rilevanti.

Linee guida per l’integrazione dell’alfabetizzazione

5Ecco alcuni consigli per chi intendesse seguire il percorso creato da NALA:

  1. sviluppate politiche e piani di lavoro basati sulla comprensione condivisa dei concetti alla base dell’integrazione dell’alfabetizzazione nei corsi professionali;
  2. provvedete all’aggiornamento professionale continuo dei docenti nel campo dell’educazione all’alfabetizzazione;
  3. allocate risorse, sviluppate strategie comunicative e pianificate scadenze per l’integrazione dell’alfabetizzazione nei corsi;
  4. effettuate un’analisi accurata dei corsi e dei servizi offerti da voi ente erogatore;
  5. sviluppate procedure di l’accesso alla alfabetizzazione amichevole”;
  6. sviluppate procedure di induzione di “alfabetizzazione amichevole”;
  7. sviluppate procedure di transfer e progressione di alfabetizzazione amichevole;
  8. integrate lo sviluppo dell’alfabetizzazione nell’apprendimento e nell’insegnamento delle diverse discipline.

I concetti chiave per un approccio integrato

6

I seguenti punti sono da tenere bene a mente:

  1. vanno progettate politiche chiare e va fatta una pianificazione accurata delle fasi dei lavori;
  2. alle singole persone o ai gruppi vanno assegnate responsabilità specifiche (es “ facilitatore dell’alfabetizzazione”, oppure “ gruppi cross-curricolari per l’alfabetizzazione” ecc);
  3. va pianificato e incrementato un forte sviluppo professionale di tutte le persone coinvolte; questo va fatto per tutto lo staff come squadra nel suo insieme o per persone specifiche a seconda dei ruoli;
  4. va implementato il lavoro di squadra: deve esistere lavoro di squadra sistematico tra lo staff per l’alfabetizzazione e il resto del corpo docente;
  5. vanno sviluppate strategie comunicative efficaci e scadenze appropriate;
  6. il programma, le procedure per l’alfabetizzazione, le pratiche e tutti i materiali vanno revisionati e analizzati periodicamente.

Top tips per l’integrazione dell’alfabetizzazione nell’educazione professionale

Cosa devono tenere a mente i docenti per poter integrare l’alfabetizzazione nei propri corsi? Ecco una lista di suggerimenti:

  1. identificate gli obiettivi fondamentali per il vostro corso professionale;
  2. rendete il materiale scritto molto chiaro e facile da usare;
  3. utilizzate molte metodologie diverse per l’insegnamento e la valutazione;
  4. supportate gli studenti e incentivateli a leggere, scrivere e fare calcoli;
  5. lavorate in collaborazione con esperti per supportare gli studenti e promuovere il loro successo.

L’identificazione degli obiettivi dell’alfabetizzazione

Il processo di identificazione degli obiettivi è stato fatto da NALA assieme ai docenti. NALA ha lavorato a stretto contatto coi docenti, identificando con loro, assieme a loro, gli obiettivi dell’alfabetizzazione.

Si è seguito un percorso strutturato per coinvolgerli.

8

Per sviluppare il punto numero 4 si sono utilizzate tabelle come quelle che seguono e che si trovano al seguente link: https://www.nala.ie/sites/default/files/publications/integrating_web_1.pdf

9

Rendere chiaro e facilmente fruibile il materiale scritto

  1. 10Utilizzate caratteri grandi, minimo 12.
  2. Utilizzate frasi brevi.
  3. Usate Caratteri senza grazie (Arial o Calibri).
  4. Usate Interlinee 1.5.
  5. Usate Sottotitoli e altri segnalatori di paragrafi e concetti.
  6. Usate Immagini quando aiutano la comprensione.
  7. Usate Verbi in forma attiva, evitate la forma passiva.
  8. Usate Fotocopie chiare e pulite, magari ingrandite.

Numeri semplici !

“Numeri semplici” significa presentare le informazioni numeriche in maniera che siano facilmente comprensibili. Ecco alcuni suggerimenti

  • Scrivete i numeri da uno a nove in parole e usate le cifre per quelli dal 10  in su
  • Per scrivere le date in inglese omettete st, nd, rd, th, esempio 7May 2013
  • Lasciate uno spazio tra la cifra e il simbolo se il simbolo è una lettera, esempio: 25 m, 400 g

Utilizzate molte metodologie di apprendimento diverse

Utilizzate tante strategie diverse e utilizzate tanti canali sensoriali diversi: visivo, uditivo, cinestesico.

Supportate lo sviluppo del linguaggio

Ecco una lista di suggerimenti

  • Offrite tante opportunità agli studenti di ascoltare, leggere e usare termini nuovi.
  • Aiutate gli studenti a progredire nell’apprendimento e nella conseguente presa di coscienza via via che imparano termini e concetti nuovi.
  • Insegnate le parole e le frasi chiave: i verbi specifici, le parole con cui non hanno familiarità, quelle che sono familiari ma assumono un significato diverso in quel contesto specifico ecc.
  • Create tante opportunità perché possano utilizzare le nuove parole apprese, perché posano discutere i nuovi concetti. Fate scrivere dei glossari che contengano le parole chiave, incoraggiateli ad usare i nuovi termini in tante attività diverse: lavori di gruppo, discussioni, presentazioni, cartelloni, mappe concettuali, storie digitali, tweets, reports, valutazioni…
  • Quando fate lezione frontale:
    1. Prendetevi del tempo per introdurre i contenuti della lezione sottolineando lo scopo e i punti chiave della lezione.
    1. Dividete il discorso in “ sezioni” ed effettuate una pausa dopo ogni sezione per verificare che vi stiano seguendo, per chiedere e avere tanti feedbacks.
    1. Concedete tempo agli studenti per pensare e formulare domande.
    1. Fornite uno schema all’interno del quale prendano appunti

Supportare gli studenti e incoraggiarli a leggere e scrivere e condurre operazioni numeriche importanti per superare il corso con successo

Si faccia riferimento ai documenti ai seguenti links:

 

Leggere

13Prima di iniziare a leggere in aula tenete a mente i seguenti suggerimenti:

  • Chiarite il significato di parole e frasi chiave prima di iniziare la lettura.
  • Effettuate un “tour guidato” del testo (sui titoli, le immagini, i capitoli ecc).
  • Discutete del testo prima di iniziare a leggere, fate in modo che gli studenti possano collegare il testo a concetti che già conoscono, introducete i nuovi concetti e quello che impareranno, identificate delle domande chiave.

Scrivere

15E’ necessario costruire e consegnare degli schemi per guidare i compiti scritti. Gli studenti vanno guidati attraverso tuti i passaggi della scrittura: la pianificazione, la strutturazione, la costruzione delle bozze e la stesura della versione finale.

Fornite suggerimenti e check lists perché possano controllare da soli le bozze, condividete le strategie per l’ortografia, fornite liste di criteri per determinare il successo del compito scritto (rubriche di valutazione), chiedete agli studenti di valutare il proprio compito utilizzando i criteri che avete creato e consegnato.

Fornite molti feedbacks costruttivi sul contenuto del compito scritto, prima di fornire le indispensabili indicazioni sugli aspetti tecnici.

Le operazioni numeriche

Riportiamo le parole di uno studente che ha provato il metodo NALA:

14Penso sia più facile imparare la matematica qui. Questo perché faccio qualcosa che mi piace davvero. Come meccanico mi fanno risolvere un sacco di problemi mentre lavoro. Per esempio se trattiamo le misure, mi fanno misurare una macchina, anche se il problema è noioso cosi diventa un po’ più interessante. Invece di andare fuori a misurare ad esempio la larghezza di un campo, i calcoli li applico al mio specifico lavoro. Diventa più stimolante quando faccio qualcosa che potrei realmente fare nel futuro e che mi aiuta nel lavoro al garage. Penso che sia fondamentale questo genere di aiuto sul luogo di lavoro. Saranno due anni che non apro un libro di matematica, ma ora capisco che ne ho bisogno per la direzione che sta prendendo la mia vita.”

Cooperare con esperti di discipline diverse per favorire il successo dello studente nei corsi professionali

16Si guardino a questo proposito i video sul canale you tube NALA per trovare esempi di lavoro di squadra tra docenti ed esperti di diverse discipline:
Integrating Literacy: Teamwork between vocational and literacy staff

Le linee guida per un approccio che coinvolga l’intero ente o istituto si possono trovare a questi link:
Integrating Literacy: Guidelines for further education and training centres

Integrating language, literacy and numeracy into ETB further education and training course

Il servizio di tutoraggio e apprendimento a distanza di NALA

17NALA ha creato un numero verde per le chiamate (1 800 20 20 65) ed un numero al quale mandare messaggi (50050) per avere informazioni ed aiuto.

Oltre a questo ha creato un servizio di tutoraggio al telefono al quale si ha accesso per mezz’ora alla settimana e corsi on line (http://www.writeon.ie/nala/home/home.jsf?1532954900911) con tutoraggio opzionale al telefono. Il servizio on line è attivo per il conseguimento di QQI (Quality and qualification Irland) di livello 2 e 3.

Le risorse

Per due risorse il link è già stato fornito molte volte in questo articolo, stiamo parlando delle linee guida:

Tuttavia NALA ha messo a punto molto altro:

Lo sviluppo professionale

  • Maynooth University ha creato un corso universitario Certificate Course in Integrating Literacy, con rilascio del certificato NALA. Il corso, di 100 ore, di EQF 7 è pensato per manager, insegnanti e per tutto il personale dell’istruzione e formazione professionale.
  • Waterford Institute of Technology (WIT), Literacy Development Centre ha sviluppato un modulo di 35 ore che integra l’alfabetizzazione nell’educazione degli adulti e nell’ istruzione di livello 6. Fa parte del corso di due anni per prendere il diploma “Higher Certificate in Arts in Adult and Further Education”, tuttavia Il singolo modulo è disponibile anche previo accordo con WIT. Per ulteriori informazioni contattare Eilis Roche, emroche@wit.ie.

Ulteriori informazioni, contatti e risorse

Contatto di Inez Bailey
Sandford Lodge, Sandford Close, Ranelagh, Dublin 6
Tel: (01) 412 7900
Email: ibailey@nala.ie

 

Precedente Successiva