DICHIARAZIONE MONDIALE DELLA GIOVENTÙ SULLA GENTILEZZA

25/10/20 UNESCO MGIEP

gh1

DICHIARAZIONE MONDIALE DELLA GIOVENTÙ SULLA GENTILEZZA VERSO GLI OBIETTIVI DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

Adottata il 25 ottobre 2020  alla fine della Seconda Conferenza Mondiale della Gioventù sulla Gentilezza, UNESCO MGIEP, Nuova Delhi

image008

 

La gentilezza antidoto contro l’odio

I più semplici atti di gentilezza sono di gran lunga più potenti di mille teste piegate in preghiera.”
– Mahatma Gandhi

Oggi, il 41% della popolazione mondiale ha meno di 25 anni. Di questi più di un terzo, circa 1,2 miliardi di persone, ha un’età compresa tra i 15 ei 24 anni. Gli sforzi delle Nazioni Unite per promuovere il benessere del genere umano risalgono a 75 anni fa, ma oggi le sfide globali – pandemia COVID-19, violazioni dei diritti umani, cambiamento climatico, perdita della diversità biologica e culturale, disoccupazione e occupazione precaria e di bassa qualità, povertà, disuguaglianza e conflitti- stanno crescendo e hanno un impatto enorme sui giovani e sulle generazioni future. Il tempo ha dimostrato che il progresso verso la pace, l’uguaglianza e il benessere per tutti non è scontato. Tale progresso, sebbene non impossibile, richiede che ci si assuma la responsabilità di tutti i propri comportamenti e  di tutte le proprie azioni e si impari a esercitare compassione e gentilezza.

In quest’epoca di stallo e disperazione, alimentata da disinformazione, avidità, divisioni, paura e violenza, i giovani credono – e la ricerca sulla prosocialità lo conferma – che la gentilezza abbia un ruolo potente da svolgere nel trasformare le sfide di oggi in opportunità di domani.

Il premio Nobel per la pace Albert Schweitzer ha affermato che “il sole fa sciogliere il ghiaccio, la gentilezza fa evaporare incomprensioni, sfiducia e ostilità”.

La gentilezza è un antidoto contro gli interessi meschini e l’odio, è un balsamo universale, un acceleratore di cambiamenti positivi verso la pace e la sostenibilità. Laddove gli appelli del passato alla ragione, alla scienza, alla virtù e al rispetto dei diritti umani internazionali e delle norme a salvaguardia dell’ambiente hanno fallito, la gentilezza è la forza essenziale che può trasformare i nemici in amici e la paralisi in un’azione significativa per la promozione  del benessere di tutti.

I giovani non stanno a guardare

image003

 

I giovani non stanno a guardare. Noi, Alleanza Globale della Gioventù per la Gentilezza, insieme a più di 6.100 persone che si sono registrate alla conferenza da 150 paesi, rivendichiamo la gentilezza e la compassione come espressioni di pace e leve per raggiungere gli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile (SDG).   

  1. RICORDANDO la Dichiarazione dei giovani di Nuova Delhi sulla gentilezza (2019) e l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile (A / RES / 70/1) (2015);
  1. RIAFFERMANDO che il raggiungimento dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e gli obiettivi che l’accompagnano dovrebbe richiedere l’educazione alla gentilezza e alla compassione attraverso un’attenzione più esplicita alle dimensioni socio-emotive e affettive dell’apprendimento;
  1. SOTTOLINEANDO i bisogni estremi di coloro che sono stati più colpiti e ulteriormente emarginati dall’attuale pandemia di COVID-19;
  1. EVIDENZIANDO i benefici prodotti dagli atti di gentilezza per la salute fisica e mentale di tutte le persone coinvolte;
  1. ASSUMENDO la gentilezza come forza potente, insieme al rispetto reciproco, al dialogo e alle iniziative di molteplici stakeholders, per affrontare i problemi in modo olistico e costruire attraverso la competenza e l’esperienza dei giovani, un’azione collettiva;
  1. RICONOSCENDO che noi giovani siamo profondamente consapevoli delle nostre aspirazioni future e possiamo unire le forze attraverso iniziative e modalità innovative, compreso l’uso corretto ed etico delle piattaforme digitali, per realizzare il futuro che vogliamo e meritiamo.

    Dichiarazione mondiale della gioventù sulla gentilezza

image009

Noi, l’Alleanza globale dei giovani per la gentilezza insieme ai giovani di tutto il mondo e ai partecipanti alla Seconda Conferenza mondiale sulla gentilezza, tenutasi online il 24 e 25 ottobre 2020,

  1. CI IMPEGNIAMO a valorizzare la presenza dei giovani in tutti i livelli delle istituzioni e a sviluppare focus group specifici per i giovani;
  2. FACCIAMO LEVA sul potere dei giovani per diminuire la disinformazione, l’incitamento all’odio, la discriminazione, i conflitti, la xenofobia e la violenza sulla stampa e nei media, con particolare riferimento ai social media;
  3. CI DEDICHIAMO allo sviluppo di “atti di gentilezza”, che possano aiutare ad alleviare immediatamente la sofferenza delle persone e aiutare a sradicare la discriminazione e tutte le forme di abuso e violenza, in particolare:
    – la discriminazione strutturale e istituzionale basata su razza, etnia, religione, credo, nazionalità, casta, classe, genere, orientamento sessuale, disabilità;
    – la violenza di genere, la violenza contro LGBTQ +, l’uso eccessivo della forza da parte delle forze dell’ordine e la persecuzione religiosa;
  4. SOSTENIAMO la solidarietà verso migranti e i rifugiati attraverso programmi di aiuto psicosociale, di inclusione della forza lavoro e di accesso alle risorse di base per una vita dignitosa nei paesi di accoglienza;
  5. DIFFONDIAMO la consapevolezza tra la comunità globale dell’importanza e dell’urgenza di rispettare gli impegni presi nell’accordo di Parigi per mitigare gli effetti del cambiamento climatico;
  6. PROMUOVIAMO la gentilezza verso tutte le forme di vita e una vita sostenibile ed equa, attingendo a diverse idee e pratiche tra cui la saggezza ecologica indigena;
  7. ESORTIAMO tutte le parti interessate, in particolare i Ministeri dell’Istruzione, a integrare l’apprendimento sociale ed emozionale nei sistemi educativi al fine di promuovere competenze come la compassione e la gentilezza;
  8. CELEBRIAMO tutti gli individui, le comunità, le organizzazioni e le istituzioni che hanno contribuito a far progredire il benessere di tutti;
  9. INVITIAMO i governi degli Stati membri dell’UNESCO e tutti gli attori responsabili della comunità globale a unirsi a noi per dichiarare una Giornata internazionale della gentilezza, per dare a tutti noi un giorno stabilito per riflettere e celebrare il potere e l’importanza della gentilezza, che è alla base della nostra comune umanità e delle nostre comuni prospettive verso un futuro sostenibile per tutti…
Con la gentilezza si può  scuotere il mondo intero.”
– Mahatma Gandhi 
Precedente Successiva