Conclusione

Una doppia strategia

Il Presidente Barack Obama e il Mnistro dell'Istruzione Arne Duncan dovrebbero aprire un secondo fronte in questa guerra alla mediocrità dell'istruzione e ai fallimenti scolastici.

Abbiamo bisogno di continuare a fare ogni sforzo per migliorare le scuole pubbliche esistenti. Sono queste che continueranno ad iscrivere la maggioranza dei nostri giovani per molti anni a venire.

Simultaneamente, dovremmo perseguire una strategia parallela creando nuove scuole innovative e dando loro l'autonomia e le risorse per esplorare nuove idee.

Queste nuove scuole potrebbero costituire un settore di ricerca e sviluppo fondamentale per il sistema tradizionale.

Il ministro Duncan dovrebbe dare vita a un forte impegno nazionale modellato su Renaissance 2010, il programma da lui lanciato a Chicago per sostituire scuole fallimentari con scuole nuove, di vari modelli, differenti dalle scuole convenzionali e anche diversi fra loro.

Non è né saggio né necessario scommettere sul futuro facendo affidamento su una sola strategia di riforma, specialmente quando centinaia, forse migliaia, di scuole stanno dimostrando ogni giorno che ci sono altri e più riusciti modi di aiutare i bambini ad imparare e ad avere successo a scuola.

Ma si riuscirà a portare avanti entrambe le strategie solo se si agirà in modo da assicurare che la strategia dominante non soffochi sul nascere il nuovo movimento.

Pagina avanti
Indice della paginaTorna ad inizio pagina