Brevi News

Svolte le prove INVALSI per l’esame conclusivo del 1° ciclo

di

Il 17/06/10 579.869 studenti hanno sostenuto la prova nazionale di 3^ media. Per la prima volta contribuirà alla valutazione finale degli alunni. Prove difficili? Lo diranno i risultati.

Il 17 giugno 2010 579.869 studenti hanno sostenuto la prova nazionale prevista fra le prove dell’esame conclusivo del primo ciclo d’istruzione.

Da quando la prova è stata introdotta due anni fa, è la terza volta che ciò accade, ma la novità di quest’anno è che per la prima volta il risultato della prova contribuisce alla valutazione finale degli alunni. Trattandosi di una prova standardizzata, ciò implica che lo stesso voto venga assegnato a parità di risultato. L’INVALSI ha infatti definito a questo scopo le modalità da seguire per la correzione, l’assegnazione del punteggio e la conversione di questo in un voto decimale. 

La prova nazionale si compone di due sezioni, una di italiano e una di matematica ciascuna delle quali contribuisce nella stessa misura al punteggio complessivo.

Di seguito viene fornito il link al sito dell’INVALSi da cui è possibile scaricare i fascicoli della prova d’italiano e di matematica, le chiavi di risposta e le indicazioni per la valutazione:

 http://www.invalsi.it/esamidistato0910/somministrazione/

Dalle notizie comparse sulla stampa sulle reazioni da parte di insegnanti e studenti alla prova, tende a emergere l’opinione che le prove fossero piuttosto “difficili”.

Non intendiamo qui esprimere giudizi, è importante però chiarire che quando si ha a che fare con prove oggettive il grado di difficoltà può esser valutato non a priori ma sulla base dei risultati ottenuti da tutti gli alunni che hanno sostenuto la prova. Tali dati sono in questi giorni raccolti dall’INVALSI cui le scuole del campione nazionale – che funge da riferimento per la stima dei parametri della rilevazione – li stanno inviando per una prima elaborazione statistica dei risultati. Bisognerà quindi attendere il mese di luglio, quando uscirà il rapporto nazionale, per avere un’idea precisa – e non soltanto impressionistica – dell’andamento della prova nel paese complessivamente considerato e nelle singole regioni.

E ORA … DOPO IL 1° CICLO L’INVALSI-SNV  INAUGURA I TEST PER IL NIDO