INDAGINE OCSE SUGLI UTENTI DELLE SCUOLE: migliorare insieme gli spazi di apprendimento

Traduzione autorizzata a cura di ADI

-copertttina

INTRODUZIONE ALLA TRADUZIONE ITALIANA

z1Con l’autorizzazione dell’OCSE, ADI ha tradotto, e ora mette a disposizione degli utenti italiani, l’Indagine OCSE sugli utenti delle scuole: Migliorare insieme gli spazi di apprendimento (OECD School User Survey 2018: Improving Learning Spaces Together), che fa parte del Programma di valutazione degli ambienti di apprendimento dell’OCSE (Learning Environments Evaluation Programme, LEEP).

Questa indagine offre la possibilità a coloro che utilizzano giornalmente la scuola, di esprimere la loro opinione sugli spazi di apprendimento del loro istituto.

I risultati del sondaggio possono essere utilizzati per diversi scopi. Se ne indicano alcuni:

  • supportare l’uso intelligente e il miglioramento continuo degli ambienti scolastici;
  • fornire elementi significativi per un’eventuale ristrutturazione dell’edificio scolastico;
  • aiutare le scuole a identificare “ciò che funziona” e ciò che non funziona al fine del miglioramento degli ambienti di apprendimento esistenti;
  • gestire la transizione verso nuove configurazioni degli spazi di apprendimento, migliorando contemporaneamente la loro efficacia;
  • approfondire come gli ambienti di apprendimento possono modificare la didattica, influenzare i risultati di apprendimento e il benessere degli studenti;
  • infine, contribuire a monitorare la qualità dell’ambiente di apprendimento nelle scuole.

L’indagine è composta di tre questionari di autovalutazione:

  1. uno per studenti,
  2. uno per insegnanti
  3. uno per leader scolastici.

Attraverso questi 3 questionari si possono sia raccogliere dati sull’uso effettivo degli spazi di apprendimento, sia avanzare proposte.

1. QUESTIONARIO STUDENTI

z2

La prima parte è dedicata agli studenti ed è composta da 29 domande, che richiedono circa 15 minuti per le risposte.

 È suddivisa in 7 sezioni:

  • prima sezione: ci sono domande relative al Paese in cui si trova la scuola, al nome della scuola stessa, al grado scolastico e al sesso dello studente;
  • seconda sezione: è dedicata agli spazi che gli studenti utilizzano all’interno della loro scuola durante e al di fuori delle ore di lezione e agli spazi all’esterno dell’edificio scolastico ove esistenti;
  • terza sezione: ha domande rivolte al comfort, in particolare alla temperatura, alla qualità dell’aria, alla luce, al rumore, alla facilità di visualizzazione, alla comodità del banco e della sedia, ecc…
  • quarta sezione: riguarda l’organizzazione degli spazi, in particolare i setting utilizzati e se sono modificabili in relazione alle diverse attività didattiche, ecc…
  • quinta sezione: è relativa al benessere personale ed emotivo e alla sicurezza, in particolare se ci si sente sicuri nel proprio edificio scolastico rispetto ad alcune situazioni, se ci sono spazi per il relax e armadietti personali, ecc…
  • sesta sezione: è relativa alla tecnologia a scuola, all’utilizzo dei vari strumenti, ecc…
  • settima sezione: riguarda il grado di soddisfazione generale in relazione agli spazi di apprendimento della scuola.

2. QUESTIONARIO INSEGNANTI

z3

La seconda parte è dedicata agli insegnanti ed indaga sugli spazi di apprendimento e sull’uso della tecnologia. È composta da 39 domande che richiedono circa 20 minuti per le risposte. È suddivisa in 9 sezioni:

  • prima sezione: ci sono domande relative al Paese in cui si trova la scuola e al nome della scuola stessa;
  • seconda sezione: è dedicata alle caratteristiche personali del docente, il genere, l’età, gli anni di insegnamento, la materia di insegnamento e il grado scolastico in cui insegna;
  • terza sezione: ha domande rivolte alla leadership scolastica, in particolare a come i leader scolastici incoraggiano un diverso utilizzo degli arredi e degli spazi e all’influenza degli ambienti scolastici sull’apprendimento;
  • quarta sezione: riguarda l’organizzazione degli spazi, il loro utilizzo, la loro modificabilità in relazione alle varie attività didattiche, il numero degli studenti per classe, il numero dei docenti in copresenza, la disponibilità degli spazi dentro e fuori dall’edificio scolastico, ecc…
  • quinta sezione: ha domande rivolte al comfort, in particolare alla temperatura, alla qualità dell’aria, alla luce, al rumore, ecc.
  • sesta sezione: riguarda l’organizzazione degli spazi, in particolare i setting utilizzati e le eventuali modificazioni in relazione alle diverse attività didattiche, ecc…
  • settima sezione: è relativa al benessere personale ed emotivo e alla sicurezza;
  • ottava sezione: riguarda l’uso degli strumenti tecnologici a scuola, la loro tipologia, la loro disponibilità nell’aula o negli spazi scolastici, la frequenza con cui vengono utilizzati, ecc…
  • nona sezione: riguarda il grado di soddisfazione generale in relazione agli spazi di insegnamento della scuola.

3. QUESTIONARIO LEADER SCOLASTICI

z4

La terza parte è dedicata ai leader scolastici. Per leader scolastici si intendono i dirigenti scolastici, i vicari, i capi dipartimento e i responsabili di sezioni staccate. Il questionario indaga l’organizzazione della scuola, gli spazi di apprendimento e l’uso della tecnologia. È composta da 18 domande che richiedono circa 10 minuti per le risposte. È suddivisa in 4 sezioni:

  • prima sezione: viene richiesto il nome della scuola e il paese in cui si trova, se è una scuola pubblica o privata, da dove provengono i finanziamenti, quanti studenti frequentano la scuola, quanti sono i docenti ecc…
  • seconda sezione: è dedicata agli ambienti fisici della scuola, in particolare all’adeguatezza dell’energia elettrica in relazione alle necessità della scuola, all’accesso a internet, alla presenza di personal computer per usi didattici, all’adeguatezza dei servizi igienici, alla disponibilità di acqua corrente, all’accessibilità delle strutture agli studenti con disabilità, alla disposizione delle aule, alla capacità e volontà dei docenti di strutturare il setting in modi diversi a seconda delle varie attività ecc…
  • terza sezione: riguarda l’uso della tecnologia a scuola, le tipologie di tecnologie disponibili nell’aula o negli spazi scolastici, la frequenza del loro utilizzo, la fornitura degli strumenti tecnologici (forniti dalla scuola, acquistati dagli studenti), ecc…
  • quarta sezione: riguarda il grado di soddisfazione generale in relazione agli spazi di insegnamento/apprendimento della scuola.

Autorizzazione all’uso del testo tradotto

In accordo con l’OCSE, ADi ha il copyright di questa edizione italiana.

ADi mette gratuitamente a disposizione i questionari tradotti, con l’impegno di indicare che si tratta di una traduzione a cura di ADI del testo originario inglese  OECD (2018), OECD School User Survey: Improving Learning Spaces Together, http://www.oecd.org/education/OECD-School-User-Survey-2018.pdf

© 2019 ADi per questa edizione italiana

Precedente Successiva
error: Content is protected !!