Brevi News

PROGETTARE SCUOLE INSIEME & Call for poster

di

Convegno 27-28 ottobre 2017 – Facoltà di Scienze della Formazione Libera Università di Bolzano

image001

PAD –Pedagogy, Architecture, Design

image003L’apprendimento ha a che fare anche con gli spazi entro cui le dinamiche dell’acquisizione di conoscenze e competenze si attuano e si concretizzano. Lo spazio del sapere sta cambiando grazie alla diffusione delle nuove tecnologie digitali che aprono a dinamiche interattive, sociali, cooperative e ci aiutano a conoscere  il mondo in modo diverso. Ogni studente e ogni insegnante portano dentro questo spazio un bagaglio sempre più ricco e variegato di informazioni che per diventare conoscenze e saperi devono venire negoziate ed elaborate su uno sfondo comune di significati. È qui che l’insegnamento tradizionale entra crisi, perché si confronta con tempi, modi e contenuti sempre più diversificati in cui il rapporto insegnante-studente da unidirezionale diventa bidirezionale o multidirezionale. Quindi anche gli spazi per costruire questa interazione tra le persone e le informazioni, i saperi e le esperienze diventano diversi e sono tutti da pensare.

Spazio&apprendimento di Beate Christine Weyland

image005Al fine di indagare i molteplici aspetti legati alla relazione spazio-apprendimento è da anni attivo un network, la rete “spazio&apprendimento“ coordinato da Beate Christine Weyland, professoressa presso la Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano.
La rete consiste in un accordo tra alcune istituzioni altoatesine che sotto diversi punti di vista hanno a che fare con la scuola e che sono interessate in modo specifico al tema organizzazione spaziale degli edifici scolastici. Sono coinvolte, tra gli altri, le Intendenze scolastiche, l’Università, la Consulta dei genitori, la Camera degli architetti e l’Ufficio edilizia della Provincia. Ed è questo il valore aggiunto di questo tavolo di concertazione: la convergenza e il dialogo tra i diversi punti di vista e le diverse competenze di ciascuno sul tema degli spazi della scuola. Il cuore del loro progetto è indagare la “relazione tra spazio e apprendimento”, un tema che pongono come prioritario.

Il Convegno Progettare scuole insieme

image001La rete “spazio&apprendimento” ha già messo in campo alcune azioni, con ricadute effettivo sul tessuto socio-culturale locale come ristrutturazione della scuole, convegni e seminari come il convegno PROGETTARE SCUOLE INSIEME che si terrà presso la Facoltà di Scienze della Formazione Libera Università di Bolzano il prossimo 27 ottobre e si completerà il sabato 28 ottobre con l’inaugurazione della mostra “Forte di Fortezza”.

Call for poster

image009Il convegno PROGETTARE SCUOLE INSIEME vuole essere un’occasione di incontro e scambio fruttuoso sui temi che riguardano la progettazione condivisa o partecipata degli edifici scolastici. Ecco perchè gli insegnanti, i dirigenti scolastici, gli educatori, studiosi ed esperti, progettisti e designers sono invitati ad aderire a una call for poster per presentare studi, esperienze e attività realizzati o in via di realizzazione sul tema. La presentazione su poster dovrebbe essere focalizzata sulla relazione tra spazi e didattiche e includere un approccio processuale e partecipato che coinvolge attivamente insegnanti, genitori, allievi e progettisti nella progettazione di spazi e interventi. Per informazioni e partecipare andare al seguente link: https://pad.events.unibz.it/it/home-it/.

Un progetto condiviso

image011Progettare una scuola è molto di più che pianificare la nascita di un edificio. Significa progettare per un futuro in cui si specchia la comunità cittadina o paesana, immaginare un luogo di incontro e di scambio per le generazioni che verranno, significa in fondo pensare compiutamente a quale ruolo giocherà la scuola nella vita delle persone, coinvolgendo insieme alle riflessioni pedagogico-didattiche una lettura politica, sociale, economica, culturale.
È ormai da tempo che si studiano modalità di coinvolgimento di insegnanti, bambini e ragazzi, collaboratori amministrativi, genitori e rappresentanti della committenza in processi partecipativi, al fine di dare voce a un progetto condiviso per l’educazione e la formazione. In collaborazione con gli architetti possono nascere scuole orientate al futuro.
Il convegno e la mostra laboratorio e intendono fare il punto della situazione sul tema e offrire esperienze, metodi e strumenti alla comunità scolastica, ai progettisti e alla committenza per progettare nuovi scenari per la scuola insieme.