Brevi News

FRANCIA: I PROGRAMMI SULLA SCUOLA DEI DUE CANDIDATI ALLA PRESIDENZA

di

Sarà tra Emmanuel Macron e Marine Le Pen il ballottaggio, tra due settimane, per la scelta del nuovo presidente francese

Immaginefr

Sarà tra Emmanuel Macron e Marine Le Pen il ballottaggio, tra due settimane, per la scelta del nuovo presidente francese.

Vediamo allora in estrema sintesi il programma sulla scuola dei due candidati

Emmanuel Macron e la scuola

image004Di seguito 5 punti fondamentali del suo programma, riconosciuto dai giornali francesi abbastanza vicino alla sinistra

1. Priorità alla scuola primaria

La priorità è assegnata ai “primi anni” , alla scuola dell’infanzia e ai primi due anni della scuola primaria, perché, dice Macron, è in quegli anni che si determinano le disuguaglianze sociali

2. Concentrare gli sforzi sull’”educazione prioritaria”

L’educazione prioritaria in Francia è la scuola nelle zone a rischio. Per queste scuole Macron propone di dimezzare il numero degli alunni nella 1^ e 2^ classe della primaria e afferma :”Si deve investire di più per quelli che hanno di meno per permettere di superare questo divario”

3. Ridurre il costo dell’esame di maturità

Il costo dell’esame di maturità è troppo alto, perché ci sono troppe prove. Macron propone di togliere alcune materie dall’esame per farne  oggetto di valutazione continua durante l’anno.

4. L’autonomia scolastica

Macron si è dichiarato favorevole ad una maggiore autonomia degli istituti scolastici in particolare della secondaria di 1° e 2° grado. Occorre dare più autonomia ai capi di istituto, compresa l’assegnazione degli insegnanti.

5. Più eterogeneità sociale, meno segregazione

Per lottare contro le scuole ghetto secondarie di 1° grado, Macron propone di arricchire l’offerta scolastica negli istituti in difficoltà. In questo modo pensa di rendere queste scuole più attrattive per  allievi in condizioni socio-economiche più avvantaggiate, e quindi superare la segregazione

Marine Le Pen  e la scuola

image006E’ un programma in cui si riconoscono immediatamente i tratti tipici della destra lepenista

1. Basta educazione gratuita per i bambini immigrati

Al grido di “La ricreazione è finita” , Marine Le Pen ha dichiarato che l’istruzione per i bambini immigrati non sarà più gratuita, dimenticando un preciso principio costituzionale

2. Priorità alla lingua francese

Nella scuola primaria il 50% del tempo sarà dedicato all’apprendimento della lingua francese

3. Fine della scuola media unica

La scuola media unica ( in Francia di 4 anni) ha fallito, bisogna reintrodurre percorsi professionali fin dalla scuola media, e una maggiore selezione

4. Ricentralizzazione

Saranno soppressi i “Progetti d’istituto”, i “Consigli pedagogici”, le “Commissioni educative”. L’amministrazione sarà ricentralizzata e le Regioni non avranno più responsabilità in tema di formazione.

5. Introduzione della disciplina “Civismo e diritto”

Questa disciplina avrà come scopo l’integrazione nazionale

6. I programmi saranno annuali

Contro la riforma della  triennalizzazione dei cicli, i programmi torneranno ad essere annuali e chi non li padroneggerà dovrà ripetere l’anno

7. Introduzione della divisa scolastica

Infine introduzione della divisa scolastica