Brevi News

Dalle Indicazioni Nazionali al curricolo per competenze

di

In questo a.s. 2013-14 entrano pienamente in vigore le Indicazioni nazionali per il curricoloper la scuola dell’infanzia e il 1° ciclo. Il percorso, che segna il passaggio da un curricolo tradizionale ad un curricolo per competenze, è tutt’altro che facile. Siamo di fronte alla più grande sfida mai lanciata agli insegnanti. L’ADi mette a disposizione tutte le proprie risorse per sostenere questo percorso. All’interno il video sui corsi

 Corsi ADi di formazione per il 1° ciclo

br_1

In questo anno scolastico 2013-14 entrano pienamente e formalmente in vigore le Indicazioni nazionali per il curricolo, dopo la revisione prevista dal DPR. 89/09, art.1, comma 4.

La CM n. 22 del 26/8/2013 e il Documento di Lavoro “Accompagnare le Indicazioni” dell’apposito Comitato scientifico, hanno richiesto alle scuole dell’infanzia  e del primo ciclo di dare avvio  ad una fase applicativa caratterizzata da “un processo sistematico di riflessione, formazione e ricerca”.

Il percorso  è  tutt’altro che facile.

br_4Siamo di fronte al passaggio da un curricolo tradizionale ad un curricolo per competenze.  Sappiamo dal nutrito dibattito internazionale che, anche in quei Paesi che per primi hanno avviato questa trasformazione, le difficoltà permangono e ci si imbatte costantemente in difficoltà e fallimenti.

La strada che abbiamo davanti quindi non è assolutamente in discesa, anche per la presenza di alcune contraddizioni e non poche disomogeneità nelle Indicazioni e documenti di accompagnamento.

La più grande sfida mai lanciata agli insegnanti.

br_2E’ stato affermato  da diversi analisti che  costruire un curricolo fondato sull’acquisizione delle competenze  è la più grande sfida mai lanciata agli insegnanti.

A noi piace indicarla come  un “ritorno al futuro”, back to the future; una riproposizione in chiave digitale delle “botteghe del Rinascimento”, dell’imparare facendo.

 

Il futuro è incerto e più complesso che mai

br_3I bambini nati nel 2013 si diplomeranno più o meno nel  2030.  Cresceranno in un mondo dominato da internet, dagli smartphone, dai tablet. Saranno partecipi di una transizione storica tanto significativa quanto quella operata dall’invenzione della stampa, una nuova fase che rivoluzionerà e sta già rivoluzionando ( fuori dalla scuola) i modi di apprendere.

Questo impone atteggiamenti e visioni della scuola aperte a nuove prospettive, guidate dalla curiosità intellettuale di esplorare il futuro e avviare alcuni cambiamenti che, per quanto limitati, vadano nella direzione giusta, a cominciare dall’organizzazione del lavoro in classe e da un coinvolgimento attivo degli alunni.

L’ADi offre un qualificato aiuto alle scuole

L’ADi ha predisposto un corso per introdurre alcuni cambiamenti significativi verso una didattica per competenze, evitando il rischio che questa fase si riduca ad adempimenti solo formali.

Il corso che presentiamo nel video offre una opportunità formativa nella direzione indicata, affrontando il tema della Didattica per competenze, e, correlati, quelli del Profilo delle competenze dello studente e dell’Ambiente di apprendimento.

Alle scuole  che intendano trattare singolarmente alcune tematiche, l’ADi offre anche specifici corsi di approfondimento, quali ad esempio:

  •  l’apprendimento cooperativo, sempre citato e quasi mai praticato
  •  la didattica laboratoriale
  • la competenza di lettura, la “madre” di tutte le competenze
  • le competenze nei diversi campi disciplinari
  • la valutazione.

PER INFORMAZIONI SUI CORSI SCRIVERE A info@adiscuola.it  e/o tel. a 051-2193649