Migliorano di più i Paesi dove salgono i livelli più bassi?

Cosa dice il Focus n. 2

immagine

Dal 2000 al 2009 ventisei Nazioni hanno migliorato i loro risultati; alcune di queste sono collocate nel livello basso della graduatoria PISA (Cile), altre in quello alto (Corea).

Fra queste, la maggior parte ha raggiunto tale obiettivo grazie al miglioramento dei livelli più bassi dei loro quindicenni. Infatti, in questi Paesi il gap fra i migliori ed i peggiori si è ristretto e l'impatto dello status economico-sociale è diminuito. Rispetto a queste tendenza, fa eccezione la Corea, che ha migliorato nei suoi livelli alti; ma va tenuto in conto che sarebbe stato difficile il contrario, visto che pochissimi dei suoi studenti sono sotto il livello 2.

In quasi tutti questi Paesi ciò che è migliorato è il livello delle ragazze.

Ciò significa che l'impatto dello status economico sociale sugli apprendimenti è diminuito, mentre aumenta l'impatto di genere.

In conclusione, il target più problematico risulta essere quello dei maschi a basso status economico sociale.

In questo Focus concentrato su un problema cruciale gli analisti PISA esprimono in modo sinteticamente efficace la loro visione della questione di come migliorare. Non ci sarebbe una strada uguale per tutti i Paesi in termini di cambiamenti politici, di politiche verso gli svantaggiati e di riforme strutturali; ciò che i governi debbono fare è:

I modi per farlo possono essere diversi.

In Italia

Nel nostro Paese la politica di innalzare il livello medio degli apprendimenti, occupandosi principalmente, se non esclusivamente, del livello basso, è un dato scontato. C'è da domandarsi però se sia una risposta adeguata, visto che il nostro problema è in grande misura legato al fatto che ci mancano i livelli alti soprattutto al Sud e che il rapporto fra status economico sociale e livello degli apprendimenti -che è negli altri Paesi lineare- da noi si incurva in alto. Traduzione: i ragazzi dei nostri licei (alto livello di status e di apprendimenti) non rendono come dovrebbero.

Anche in Italia il livello più basso è costituito dai maschi dallo status economico sociale più basso. Mancano al momento approfondimenti italiani che ci confermino che sono le ragazze a migliorare, per esempio in Regioni come la Puglia, in cui ciò è avvenuto. Ciò che è certo è che altre ricerche dimostrano che l'ambiente scolastico è più favorevole alle ragazze, tanto è vero che queste sono sovrastimate nei voti, rispetto ai loro risultati nelle valutazioni standardizzate esterne. Perciò è probabile che un miglioramento che debba avvenire in ambito scolastico le possa vedere ovunque protagoniste. Natura o cultura? Conformismo femminile contro autonomia maschile?

Pagina avanti
Indice della paginaTorna ad inizio pagina