Introduzione

 

Apparteniamo a quella sparuta schiera che considera indispensabile razionalizzare e riorientare le risorse dedicate alla scuola, nella convinzione che la qualità dell'istruzione/formazione non sia sempre e necessariamente legata all'aumento delle spese. E' nostra opinione infatti che oggi più che mai:
il bilancio della scuola va giudicato dall'allocazione delle risorse prima ancora che dalla loro quantità.

In questo disegno di legge finanziaria non c'è nessuna reimpostazione della spesa a favore dei settori chiave dell'istruzione.
E' un disegno di legge che tradisce gli obiettivi stessi che dichiara, sia quelli rivolti alla scuola (per es. valorizzazione dell'autonomia, superamento della selezione, ecc..), sia quelli che hanno come interlocutore il Ministero dell'Economia (v. voci di risparmio), e da questo punto di vista è del tutto pertinente il titolo del Financial Times, “Smoke and mirrors” (fumo e specchietti per le allodole)

Dimostreremo con l'analisi del testo questo “tradimento”, che ha ispirato la scelta della nostra copertina: Il bacio di Giuda, nel celeberrimo affresco di Giotto della Cappella degli Scrovegni a Padova dalla quale abbiamo tratto anche tutte le successive illustrazioni.



Torna ad inizio pagina