1) SCUOLA E NUOVO GOVERNO
Auguri al 30° ministro del 42° governo degli ultimi 50 anni!

Auguri di buon lavoro al Ministro Lorenzo Fioramonti, alla Viceministra Anna Ascani, alla Sottosegretaria Lucia Azzolina e al Sottosegretario Giuseppe De Cristofaro.
E per ora nessuna valutazione della nuova gradazione cromatica giallo-rossa del MIUR, anche perché su Viale Trastevere si scorgono ancora le scie delle “50 sfumature del grigio”, come titola il noto romanzo, che hanno mestamente colorato le toccate e fughe dei 30 ministri dell’istruzione che si sono succeduti nei 42 governi degli ultimi 50 anni. Caso unico al mondo.
Nè abbiamo udito l’eco di “Istruzione, istruzione, istruzione” propagarsi da Palazzo Chigi a Viale Trastevere.  Continua a leggere

2) RAPPORTO EURYDICE SU EDUCAZIONE E CURA DELLA PRIMA INFANZIA: L’Europa e le promesse del nuovo Governo

E’ uscito a luglio 2019 a cura di Eurydice la seconda edizione dei Key Data on Early Childhood Education and Care in Europe, il rapporto sulla educazione della prima infanzia (ECEC), che fornisce una panoramica delle politiche dei vari Paesi europei  nel settore educativo dalla nascita all’inizio della scuola obbligatoria. Il testo, articolato in 5 macrodimensioni (1. Governance, 2. Accesso.3. Personale. 4.Linee guida. 5. Monitoraggio e valutazione)  si trova tradotto e sintetizzato sul sito ADi a cura di Antonella Portarapillo, presidente ADi Campania.

Questa analisi comparativa è particolarmente utile per l’Italia considerato che il Governo Conte2  ha lanciato l‘obiettivo dell’azzeramento delle rette degli asili-nido a partire dall'a.s. 2020-21 e l’ampliamento  dei posti disponibili, soprattutto nel Mezzogiorno.  Continua a leggere

3) UNESCO MGIEP: APPRENDIMENTO SOCIO-EMOTIVO
L’importanza di SEL nell’educazione del XXI secolo

Il numero 10/2019  della pubblicazione dall’UNESCO MGIEP "The Blue Dot" è dedicato all’Apprendimento socio-emotivo, SEL "Social and Emotional Learning". La traduzione sintetica dell’intero testo è pubblicata sul sito ADi a cura di Marco Bardelli del direttivo ADi.

L’educazione socio-emozionale va assumendo sempre più importanza all’interno della scuola, diventando uno dei pilastri dell’educazione del XXI secolo. La pubblicazione dell’UNESCO fornisce motivazioni, indicazioni psico-pedagogiche ed esempi pratici al fine di dare sistematicità a questo apprendimento.  Continua a leggere  

4) CONVEGNO  ADi: LA SCUOLA SALVERA’ LA BELLEZZA?
Altamura 18-19 Ottobre 2019

Il convegno  “La scuola salverà la bellezza?”, organizzato da ADI Puglia, si svolgerà il 18 e 19 ottobre ad Altamura (BA), con visita alla contigua suggestiva  Matera, capitale europea della cultura. Il seminario intende mettere al centro la riflessione sulla ”Educazione alla Bellezza” nel quadro dell’impegno della Scuola Italiana per l’attuazione degli obiettivi dell’Agenda 2030, con particolare riguardo al “GOAL 4 – Istruzione di Qualità”. In coerenza con i fondamenti culturali della civiltà occidentale, sarà richiamata l’attenzione sul legame inscindibile tra “Bello, Buono e Vero”.

Il Convegno si articolerà in due sessioni –  “L’attualizzazione dell’educazione alla cittadinanza”  e “Bellezza e Sostenibilità” e in un Workshop per  la presentazione di “buone pratiche” sulle medesime tematiche.  Leggi presentazione, programma, modalità di iscrizione

5) “LA VISIONE ADI DELL’ISTRUZIONE” 
Atti del seminario residenziale per formatori

Il 22 - 23 luglio ADi ha svolto a San Lazzaro (BO) un seminario residenziale con i propri formatori, con l’obiettivo di approfondire e condividere la politica scolastica dell’Associazione.
Le 7 relazioni in seduta plenaria  sono ora disponibili sul sito ADI.

Due sono state svolte dalla presidente di ADi, Alessandra Cenerini che ha disegnato la visione dell’ADi sull’istruzione e sulla professionalità docente, ripercorrendo i 20 anni di vita dell’associazione, le sue battaglie, le sue elaborazioni in rapporto al  dipanarsi di 20 anni di politica scolastica nazionale.

 Gli altri temi trattati sono stati: 1) La controversa questione delle prove INVALSI (Roberto Ricci), 2) Nuovi spazi per l’apprendimento (Mariagrazia Marcarini), 3) Le soft skills (Davide Antognazza), 4) Il punto sulla tecnologia a sostegno della didattica attiva (Graziano Cecchinato), 5) Il valore dell’oralità nella scuola, antidoto al mondo dei social (Massimo  Leone).  Continua a leggere  

6) LA RACCOMANDAZIONE EUROPEA “UPSKILLING PATHWAY”
Le implementazioni presentate da EBSN

Upskilling Pathways è la Raccomandazione europea  varata nel 2016  con la finalità  di innalzare le competenze di base, linguistiche, matematiche e digitali, della popolazione adulta.  Nel 2015 infatti più del 25% della popolazione  della UE tra i 25 e i 64 anni aveva un titolo di studio non superiore alla licenza media. Questo dato risultava molto più drammatico per l’Italia, in cui la percentuale saliva al 39%.

L’ EBSN (European Basic Skill Network), del cui Executive Committee è membro Silvia Faggioli (responsabile ADi per i progetti europei), è una rete europea che ha  il compito di implementare questa Raccomandazione Europea. Nel giugno scorso  EBSN ha tenuto la propria Conferenza annuale,  fornendo  molti spunti  e materiali di cui riferisce Silvia Faggioli.  Continua a leggere

7) I CORSI ADI DI FORMAZIONE 2019-20

Sono  partiti a ritmo serrato dall’inizio di settembre i corsi di formazione ADI, che sono noti per l’alta qualità e originalità dei propri contenuti e per l’elevata professionalità dei propri formatori.
L’Associazione offre una cornucopia di corsi che coprono tutti i temi della formazione e dello sviluppo professionale indicati dal MIUR, ma non solo.

La formazione ADI è rivolta in primo luogo alle scuole e reti/ambiti di scuole, così da coniugare gli obiettivi di crescita personale e professionale dei singoli docenti agli obiettivi di miglioramento complessivo della scuola.
Sono previsti anche corsi per singoli docenti, che si svolgono online, e rientrano in modo qualificato nelle spese  previste dalla  Carta elettronica del docente (500 euro).
L’ADi  rilascia  regolare attestato di partecipazione, essendo Associazione qualificata per la formazione, nonchè ricevuta elettronica dell’importo versato. Leggi qui indicazioni dei corsi e modalità di richiederli

8) IAEA-ADi: COMPETIZIONE INTERNAZIONALE STUDENTESCA SUL RUOLO DELLA TECNOLOGIA NUCLEARE  A FAVORE DEL CLIMA

La IAEA (International Atomic Energy  Agency), è un’agenzia internazionale che ha come obiettivo  la diffusione dell’energia nucleare per la pace, la salute e la prosperità nel mondo.

Fra le sue iniziative vi è il contributo alla realizzazione dei 17 Obiettivi  per lo Sviluppo Sostenibile (SDGs, Sustainable Development Goals), nonché attività tese  a coinvolgere e sensibilizzare i giovani sull’importanza del ruolo pacifico dell’energia nucleare.

In questo senso va la  Competizione Internazionale Studentesca, collegata alla Conferenza Internazionale su Sfide e Opportunità  nella gestione  e sviluppo della conoscenza e delle risorse umane  nel campo dell’energia nucleare  che si terrà  a Mosca dal 15 al 19 giugno 2020.

 ADi sostiene e diffonde in Italia  questa iniziativa, di cui si forniscono tutte le necessarie indicazioni per parteciparvi. Continua a leggere